Vaccini, dopo gli errori serve un’operazione verità