«Senza riforme l’Italia muore scuola e burocrazia i mali del Mezzogiorno»