Quella «pugnalata» a Trichet e i dilemmi dei Paesi in crisi