“La crisi bancaria ha penalizzato l’Europa e favorito i colossi USA”