Deficit al 3% e rischio recessione. L’Italia corre diritta contro il muro